Tel: 0332 1880562 - E-mail: environment@gruppobini.it - WhatsApp: 348 5478013

  • Home
  • News
  • AEE: in vigore le nuove restrizioni sulle sostanze pericolose
AEE: in vigore le nuove restrizioni sulle sostanze pericolose

AEE: in vigore le nuove restrizioni sulle sostanze pericolose

Il prossimo 23 giugno entreranno in vigore nuove regole sul fronte dei RAEE. Il decreto attua la Direttiva UE 2017/2102 che modifica la direttiva 2011/65/UE sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE).

Esclusione degli organi a canne dal campo di applicazione

Il decreto modifica la definizione di “macchine mobili non stradali destinate a esclusivo uso professionale”. Specificando che si tratta di “macchine dotate di una fonte di alimentazione a bordo o con dispositivo di trazione collegato ad una fonte di alimentazione esterna. E il cui funzionamento richiede mobilità o movimento continuo o semicontinuo, durante il lavoro, tra una serie di postazioni di lavoro fisse e che sono destinate a esclusivo uso professionale.”

La nuova normativa amplia a tutte le AEE che non rientravano nell’ambito di applicazione della direttiva 2002/95/CE immesse sul mercato prima del 22 luglio 2019 la deroga al divieto di contenere sostanze pericolose.

Specifiche per le parti riutilizzabili

Per ciò che concerne il riutilizzo si evidenziano specifiche in cui le parti possono essere riutilizzate. Purché il tutto avvenga in sistemi controllabili di restituzione a circuito chiuso da impresa a impresa e che la presenza di parti di ricambio sia comunicata al consumatore. Nel dettaglio questo è possibile per parti recuperate da AEE immesse sul mercato:

  • prima del 1° luglio 2016;
  • anteriormente al 22 luglio 2014 e utilizzati nelle AEE immesse sul mercato prima del 22 luglio 2024.

E inoltre recuperati da:

  • dispositivi medico-diagnostici in vitro immessi sul mercato anteriormente al 22 luglio 2016 e utilizzati nelle AEE immesse sul mercato prima del 22 luglio 2026;
  • strumenti industriali di monitoraggio e controllo immessi sul mercato anteriormente al 22 luglio 2017 e utilizzati nelle AEE immesse sul mercato prima del 22 luglio 2027;
  • tutte le AEE che non rientravano nell’ambito di applicazione della direttiva 2002/95/CE immesse sul mercato anteriormente al 22 luglio 2019 e utilizzati nelle AEE immesse sul mercato prima del 22 luglio 2029.

Viene stabilita infine la validità massima di cinque anni dal 22 luglio 2019 (prorogabile) dell’esenzione dalle restrizioni. Sono comprese anche le AEE non rientranti nelle categorie specificate nell’allegato I del decreto legislativo n. 27 del 2014.

Nessun cambiamento nelle modalità finanziarie

L’articolo 2 specifica che non c’è cambiamento nelle modalità finanziarie, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. “Le amministrazioni pubbliche- si legge- provvedono agli adempimenti previsti dal presente decreto con le risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente.”

Vuoi essere informato sulle ultime novità o ricevere in anteprima offerte e promozioni?

Iscriviti alla newsletter!

Saturno Srl - P. IVA: 03161410125 - Via per Caravate, 1 - 21036 - Gemonio (VA)

Sede operativa: Via Trieste, 100 - 21023 - Besozzo (VA) - Tel: 0332 188 0562

Informativa privacy  |  Area riservata